In circolo

13,00

Ho aperto gli occhi ed era mattina,
una mattina di PRIMAVERA.
Ho aperto gli occhi sul giorno.
Ho aperto gli occhi e la luce era forte,
un po’ mi feriva.
Un libro circolare sui tempi della natura, del tempo e della vita. Due grandi occhi si aprono e si chiudono su ciò che li circonda, seguendo il corso delle stagioni, dalla primavera all’estate e all’autunno, fino all’inverno: nel delicato testo di Alessio Di Simone a parlare sono i movimenti degli stormi, lo stillare della resina sulla corteccia, le foglie che cadono, il vento freddo sul mare, mentre al contempo muta forma l’albero tratteggiato dagli acquerelli di Alessandro Di Sorbo, dolce e inconsapevole protagonista della storia.
Costruito su due facciate come il lato A e il lato B di un vecchio disco o di una musicassetta, In circolo è un albo che si può sfogliare all’infinito, che ogni volta ricomincia come il ciclo delle stagioni che si ripetono uguali a se stesse ma sempre diverse.

5 disponibili (ordinabile)

Scritto da: Alessio Di Simone

Illustrato da: Alessandro Di Sorbo

ISBN: 978889993132

Casa editrice: Verbavolant

Pagine: 22

Formato: albo con apertura a fisarmonica

COD: 978889993132 Categorie: , Tag: , , , , ,

Ho aperto gli occhi ed era mattina,
una mattina di PRIMAVERA.
Ho aperto gli occhi sul giorno.
Ho aperto gli occhi e la luce era forte,
un po’ mi feriva.
Un libro circolare sui tempi della natura, del tempo e della vita. Due grandi occhi si aprono e si chiudono su ciò che li circonda, seguendo il corso delle stagioni, dalla primavera all’estate e all’autunno, fino all’inverno: nel delicato testo di Alessio Di Simone a parlare sono i movimenti degli stormi, lo stillare della resina sulla corteccia, le foglie che cadono, il vento freddo sul mare, mentre al contempo muta forma l’albero tratteggiato dagli acquerelli di Alessandro Di Sorbo, dolce e inconsapevole protagonista della storia.
Costruito su due facciate come il lato A e il lato B di un vecchio disco o di una musicassetta, In circolo è un albo che si può sfogliare all’infinito, che ogni volta ricomincia come il ciclo delle stagioni che si ripetono uguali a se stesse ma sempre diverse.

Informazioni aggiuntive

Edizioni