Mia sorella è una guerriera artistica

15,00

Riusciranno Césarine e Auguste Mars a sfuggire alla Lega degli Autodafé e a scoprire l’arma incredibile che i suoi membri hanno messo a punto contro i libri? Secondo capitolo delle loro avventure, tra umorismo e azione, mistero e colpi di scena.

La trilogia della Lega degli Autodafé vi trasporterà nel mezzo di una guerra millenaria che potrebbe anche distruggere l’umanità. Fortunatamente, Auguste e Césarine hanno armi segrete che potrebbero aiutarli a vincere la battaglia: umorismo e azione!

Da quando il Grande Gioco è iniziato la guerra tra la Confraternita e gli Autodafé non si gioca più nell’ombra. È già costata cara alla famiglia Mars. Dopo il padre, anche i nonni di Auguste e Césarine sono morti e la mamma è ancora in coma per la ferita riportata alla testa. È venuto il momento per loro di raggiungere gli altri membri della Confraternita, per combattere insieme.

Ma prima di lasciare per sempre la Commanderia Augusto, Nené e Bart decidono di scoprire il segreto rinchiuso nei laboratori di Godeyes Scan, ferocemente custodito dalla famiglia Montagues e gli Autodafé. Quello che scopriranno, va oltre la loro immaginazione. L’arma finale. Quella che potrebbe far definitivamente pendere l’ago della bilancia dalla parte del loro peggior nemico. Il conto alla rovescia è cominciato ed è Césarine a contare i secondi!

«Ho cominciato a leggere il libro che parla di me. In copertina c’è un guerriero cinese. In genere i militari non mi piacciono, ma l’ho aperto lo stesso perché io sono una bambina artistica e il libro si intitola L’arte della guerra. Questo libro è stato scritto da Sun Tzu, un cinese che viveva intorno al VI secolo avanti Cristo, cioè ventisette secoli fa, ovvero 2.700 anni, o 32.400 mesi, o 986.148 giorni, che è parecchio tempo. Grazie a Sun Tzu,  nalmente so che tipo di artista sono: sono una guerriera artistica. Allora lascerò che il prof di mio fratello mi mostri come diventare un’arma».

2 disponibili

Scritto da: Marine Cartenon

ISBN: 978889691846

Casa editrice: Uovonero

Pagine: 352

Formato: Copertina rigida

Riusciranno Césarine e Auguste Mars a sfuggire alla Lega degli Autodafé e a scoprire l’arma incredibile che i suoi membri hanno messo a punto contro i libri? Secondo capitolo delle loro avventure, tra umorismo e azione, mistero e colpi di scena.

La trilogia della Lega degli Autodafé vi trasporterà nel mezzo di una guerra millenaria che potrebbe anche distruggere l’umanità. Fortunatamente, Auguste e Césarine hanno armi segrete che potrebbero aiutarli a vincere la battaglia: umorismo e azione!

Da quando il Grande Gioco è iniziato la guerra tra la Confraternita e gli Autodafé non si gioca più nell’ombra. È già costata cara alla famiglia Mars. Dopo il padre, anche i nonni di Auguste e Césarine sono morti e la mamma è ancora in coma per la ferita riportata alla testa. È venuto il momento per loro di raggiungere gli altri membri della Confraternita, per combattere insieme.

Ma prima di lasciare per sempre la Commanderia Augusto, Nené e Bart decidono di scoprire il segreto rinchiuso nei laboratori di Godeyes Scan, ferocemente custodito dalla famiglia Montagues e gli Autodafé. Quello che scopriranno, va oltre la loro immaginazione. L’arma finale. Quella che potrebbe far definitivamente pendere l’ago della bilancia dalla parte del loro peggior nemico. Il conto alla rovescia è cominciato ed è Césarine a contare i secondi!

«Ho cominciato a leggere il libro che parla di me. In copertina c’è un guerriero cinese. In genere i militari non mi piacciono, ma l’ho aperto lo stesso perché io sono una bambina artistica e il libro si intitola L’arte della guerra. Questo libro è stato scritto da Sun Tzu, un cinese che viveva intorno al VI secolo avanti Cristo, cioè ventisette secoli fa, ovvero 2.700 anni, o 32.400 mesi, o 986.148 giorni, che è parecchio tempo. Grazie a Sun Tzu,  nalmente so che tipo di artista sono: sono una guerriera artistica. Allora lascerò che il prof di mio fratello mi mostri come diventare un’arma».

Ti potrebbe interessare…